Social Proxy

,

2010/2012

Cliente: NTT DATA Italia (ex ValueTeam)

Il Social Proxy ha l’obiettivo di facilitare e potenziare la presenza sui Social Network di una qualsiasi realtà, sia essa azienda privata o Pubblica Amministrazione.

Consiste in un’applicazione SaaS web based che permette di pubblicare informazioni sui più diffusi social media, di recuperare contenuti di interesse attraverso regole parametriche e di analizzare le tendenze e il “sentiment” che emergono dai flussi sociali. Viene gestito attraverso un’interfaccia di amministrazione on line ma si integra con sistemi aziendali esistenti attraverso protocolli applicativi standard.

Il prodotto è attualmente utilizzato da COOP Italia per la gestione dei flussi di comunicazione tra i propri siti e i Social Network. Ad oggi è in fase di “pilot test” presso grandi aziende e realtà nazionali.

 2010/2011

Cliente: Coop Italia

Il progetto Social Coop ha l’obiettivo di accrescere la presenza di Coop sui Social Network attraverso dei publishing, integrati con quelli in uso dall’azienda, che permettono la pubblicazione simultanea e differenziata sui diversi canali social.

Net7 ha realizzato un sistema di Semantic Social Proxy, per la gestione dei flussi di comunicazione tra i siti di COOP Italia e i Social Networks, che agisce da proxy fra i sistemi verticali Coop e i Social Network più diffusi e consente un transito “bidirezionale” di contenuti e informazioni.

Il Semantic Social Proxy, dopo l’esperienza con Coop, è divenuto a tutti gli effetti un’applicazione web based che, attraverso l’integrazione con differenti sistemi pre-esistenti in azienda (CMS, CRM, mail), o, in alternativa, attraverso un’interfaccia di amministrazione on line appositamente sviluppata, permette, da un lato, di pubblicare informazioni sui più diffusi Social Media e, dall’altro, di recuperarne informazioni di interesse attraverso ricerche libere o associate a particolari categorie semantiche.

Ad oggi è in fase di pilot test presso grandi aziende nazionali (Telecom Italia, Diesel, Poste Italiane, etc.).

 

Competenze

Postato il

19 gennaio 2011

Share This